Treno dei desideri all’incontrario va. Scontro col treno che passa una volta sola nella vita

Quando il treno dei desideri va all’incontrario è sempre pericoloso per chi viaggia in direzione opposta. In particolare se si viaggia sul binario dei ricordi. Lo sappiamo bene noi che ci nutriamo di sofferenza interiore. Noi che trasformiamo aspettative e fantasie in un tumore inoperabile che soffoca la nostra anima.
Quando, poi, questo treno dei desideri si scontra con il treno che passa una volta sola nella vita, be’, la strage di volti noti e persone amate è inevitabile. Ma questo poco importa.

Che siano ex-ragazze, ex-amici, ex-colleghi, ex-qualunquecosa, loro sono fermi lì, sul binario dei ricordi, solo per raggiungerci ed accoltellare la nostra anima. Zombi pronti a cibarsi della nostra carne ogni volta che la fantasia ci conduce da loro. L’unica speranza che abbiamo è che il treno dei desideri che viaggia contromano li spiaccichi tutti, uno dopo l’altro.

Quali sono in genere le fermate del treno dei desideri?

Ci si potrebbe domandare quali sono le fermate che normalmente compie, nei suoi lunghi viaggi, un comune treno dei desideri. Insomma, in cosa consistono questi desideri? cosa vogliamo quando sogniamo ad occhi aperti?
Per una mente maschile il più delle volte il desiderio finale per ogni cosa è quello di parcheggiare il proprio treno dei desideri nella galleria calda, umida e accogliente della persona verso cui si prova attrazione, non so se la sottile ed elegante metafora è stata colta. Per una mente femminile le cose, alle volte, non stanno esattamente così. Giacché sono uomo, ciò che passa effettivamente nella mente malata delle donne per me è chiaramente un mistero, per cui non mi addentrerò in questo campo minato (o invece sì).

Cosa desiderano veramente gli uomini?

Generalizzando possiamo fare un piccola classifica che potete leggere qui di seguito:

1. La fica

E’ chiaro che il primo oggetto del desiderio, anzi, la prima fermata del treno dei desideri, non può che essere lei: la patonza. O, a seconda dell’orientamento sessuale, il patonzo.
Il fine ultimo della socialità maschile è sempre e soltanto uno, c’è poco da fare.
“Possiamo comunque rimanere amici, se vuoi”.
“Facciamo scopamici?”
“Smettila, il sesso sporcherebbe ogni cosa”.
“E allora crepa, maledetta peripatetica, io e te non abbiamo nulla da spartire!”

2. I soldi

Un’altra fermata del nostro treno dei desideri è rappresentata da un grande classico: i soldi. La fantasia da queste parti è davvero poca cosa. I soldi possono soddisfare gli sfizi, è vero, ma al diavolo le ipocrisie: lo sfizio principale per un essere di sesso maschile è uno e uno soltanto, come sappiamo. E qui, ovviamente, si ritorna al punto 1. La fica.
il treno dei desideri all'incontrario va-soldi

3. Il successo

Il successo è un altro dei tanti desideri imposti da questa nostra società consumistica. La fermata del nostro treno dei desideri, questa volta, è posta in alto nella scala sociale. Il successo ci porta a essere in vista, a essere predatori e non prede. A essere vincenti.
Il successo, soprattutto, ci porta i soldi.
E i soldi, come sappiamo, portano la fica.
Per cui, ancora una volta, ritorniamo al punto 1.

4. Il riconoscimento sociale

Essere apprezzati fa piacere a tutti, dunque il riconoscimento sociale non può che essere una fermata obbligatoria per il nostro treno dei desideri. Alla fine il riconoscimento sociale, si traduce in successo. E il successo, come sappiamo in soldi. E i soldi in fica. E, insomma, siamo un po’ monotoni, diciamocelo…

5. Il potere

Immancabile desiderio dell’uomo, antico o moderno che sia, è ovviamente il potere. Il treno dei desideri non può che passare anche da qui, dunque.
Il potere, alla fine è qualcosa che rende importanti. Rende forti. Rende, appunto, potenti. Il potere concentra l’attenzione su di noi. Soddisfa la nostra mascolinità. Il nostro bisogno sempre nascosto di sicurezze.
Il desiderio di potere, oggi, sublima persino il desiderio di patonza, non so se mi spiego.
Ma la patonza, purtroppo per tutti, è irresistibilmente attratta dal potere.
Contraddizioni dell’era moderna.

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: