Sei misantropo e provi odio per l’umanità? Ecco tutto ciò che devi sapere

Ti stai chiedendo se sei misantropo? Passi le giornate a odiare l’umanità? Sei scontroso, asociale, burbero, scorbutico, solitario e più in generale provi avversione verso l’intera razza umana? Speri nell’arrivo dell’Apocalisse? Bene. Questo è il posto che stai cercando…
L’odio verso il prossimo, d’altro canto, è un sentimento ingiustamente sottovalutato, non trovate?

La misantropia è una stile di vita, bisogna saperla apprezzare. A me piacerebbe molto, ad esempio, che questo blog diventasse un contenitore di odio gratuito. Non quel tipo d’odio che vai in strada a pestare gente a caso, sia chiaro, ma una forma d’odio più sottile. Parlo di quell’odio misantropo, quella specie di disprezzo misto a schifo verso la mediocrità che ci circonda. Bipedi implumi con quozienti intellettivi a due cifre, che credono di appartenere alla tua stessa specie solo per via una presunta vicinanza all’umanità. D’altro canto è pur vero che la piccolezza degli esseri umani è imbarazzante.
misantropia-odiare la razza umana-umanità
La misantropia intesa come odio verso l’essere umano è un sentimento nobile. Il misantropo emana sempre quella sensazione elettrica, che si percepisce a pelle. Quel modo di guardare la gente che comunica subito un bel giudizio morale, dato però con cognizione di causa, perché mica noi siamo come quelli là, dico bene?

IL mondo purtroppo è un posto strano in cui vivere, è pieno di analfabeti funzionali incapace di rispettare una fila ma capacissimi di farsi eleggere nel consiglio comunale della tua città. L’unica arma di difesa che ci resta, dunque, è odiare. Io quando incrocio questi tizi comunico telepaticamente, e lascio passare un unico concetto: “La razza umana si sta estinguendo, brutta merda, ed è solo colpa di quelli come te. Ti odio”. L’amore è capirsi con uno sguardo? Be’, anche l’odio lo è. Uno sguardo diverso, magari…

Intendiamoci, essere un misantropo non vuol dire apprezzare la violenza gratuita verso gli sconosciuti in strada. Questo tipo di odio diventa impegnativo, e non so se l’umanità meriti tanto sforzo. Cioè, per fare risse ogni giorno serve il fisico, e quindi palestra, lezioni di pugilato, alimentazione sana, magari devi anche smettere di fumare. No, non ce la posso fare, io passo tre quarti della mia giornata in mutande sul divano ubriaco di vodka. Il corpo a corpo richiede un approccio diverso. E’ tutta un’altra preparazione fisica. Un’altra filosofia di vita. Io sono più un misantropo sedentario.
misantropo-odiare la razza umana-umanità

Invece odiare l’umanità, in tutto il suo degrado, usando il cervello, ha davvero un altro sapore. Senza contare che possiamo tranquillamente farlo da casa, senza doverci necessariamente relazionare con quella massa informe di bifolchi dal quoziente intellettivo a due cifre che ci circonda.
Sì, lo so, questo post potrebbe anche apparire un tantino arrogante, letto così, in maniera superficiale, senza ragionarci su, ma se avete letto fin qui (e dunque siete persone in grado di leggere più di dieci parole in sequenza), e se avete capito il succo di ciò che sto scrivendo (e dunque siete persone in grado persino di fare un riassunto) allora dentro di voi sapete bene di cosa sto parlando. Lasciamolo fluire quest’odio, lasciamo che s’impossessi di noi. Odiare l’umanità non è poi così male, lasciamoci andare. Non siamo noi ad essere sbagliati. Odiamo il prossimo nostro. E odiamolo come noi stessi!

Ora ecco i cinque approcci da misantropo per odiare l’umanità nel modo giusto

1 – La gomma da masticare appiccicata al tasto del citofono del vicino rompicazzo è un evergreen che non tramonterà mai. Un modo goliardico per alleggerire la tua misantropia.

2 – Se incontrate qualcuno che sta parcheggiando in retromarcia con difficoltà, offritevi di dargli una mano guidandogli la manovra. “Vieni, vieni, vieni, ancora, c’è spazio, vieni tranquillo”. Fatelo tamponare e allontanatevi all’improvviso, senza salutare.

3 – Anche le vecchiette rompi cazzo sono un problema annoso per l’intera umanità. Avete mai pensato di aiutarle ad attraversare la strada? Fino a metà. Poi le abbandonate al centro dell’incrocio?

4 – Il gavettone d’olio bollente contro quelli che urlano sguaiati per strada è il top. Sì, d’accordo, in alcuni Stati potrebbe essere ritenuta una pratica ancora illegale, ma vuoi mettere la soddisfazione di sentire le grida del bifolco che si trasformano in un urlo di dolore che rimbomba tra i palazzi? La pelle cuoce. L’olio entra in profondità. E l’odore di fritto è buono.

5 – E infine la cosa più importante di tutte. Odiate. Lasciatevi odiare. Fomentate l’odio e propagandatelo. Date sfogo alla vostra misantropia. Non vergognatevi. Insomma: aprite anche voi un bel blog.
Siamo noi a essere nel giusto!

103 CommentiLascia un commento

  • Ahahhaha bellissima! Mi piace il tuo stile, hai quel pizzico di cinismo che lascia in bocca un retrogusto amaro ed un umorismo sottile e veritiero, mi piace! Mi ricorda il mio stile, sperando di non offenderti dicendo questo 🙂 chapeau

  • Non c’è bisogno dell’olio bollente…basta osservare dove ha parcheggiato la macchina e squarciargli le gomme con tanto di fregio sulla fiancata con scritto “urla adesso coglione”. penso che le urla possano essere paragonate alle ustioni da olio bollente e allo stesso tempo può essere divertente fare una stima per calcolare il conto del carrozziere.

  • Enrico, io tra i quattro coglioni che hanno commentato il tuo post vedo molto poco di sana misantropia.
    La sola lettura di un loro commento di tre o quattro parole é sufficiente ad un misantropo per farseli stare abbondantemente a cavallo del pene.
    Quindi é spontaneo chiedersi se li sopporti per costituire un gruppo sul tuo blog oppure sempre per il fatto che anche tu, del misantropo, hai ben poco.
    I commenti sono disgustosi, pregni di ironia posticcia e degni del miglior bimbo minchione.
    Vi odio profondamente, chiunque siate e qualunque cosa rappresentiate, solo leggere i vostri commenti mi disgusta, sembrate subnormali.

  • Bah, trovo folli anche voi, a parte l’ ultima sono idee del cavolo per vendicarsi. Odio l’ umanità più di ogni altra cosa, non mi considero un genio ma non ci vuole tanto a capire che la mentalità stessa del mondo è sbagliata: viviamo per sopravvivere, bella merda. Spero che la fine arrivi presto, o per me o per l’ intera umanità

  • Io odio veramente la razza umana
    Mi guardo attorno e mi dico che pianeta meraviglioso sarebbe senza questo obbrobrio umano

  • Un primo passo è non contribuire alla procreazione dell’uomo in maniera personale.
    Un secondo passo è quello di aiutare coloro che sono pronti ad accogliere questo messaggio a non figliare a loro volta.
    Fermo restando che non ci dobbiamo illudere che l’umanità si estinguerà da sola perché ha raggiunto un buon livello di consapevolezza. Ci sono troppi ilici (usando un termine gnostico). Nel nostro piccolo, ci dobbiamo accontentare di non aver contribuito alla propagazione del virus chiamato uomo. Abbiamo aiutato la Natura a star un meno peggio, e salvaguardato noi stessi dall’aver messo al mondo dei cadaveri ambulanti.

      • L’uomo in quanto corpo è pura natura. Se non avesse l’ego, sarebbe plausibile che, al pari dei suoi confratelli animali, sarebbe in comunione con l’ambiente circostante. Purtroppo invece si comporta da parassita, sfruttando e saccheggiando l’ambiente fintanto che c’è qualcosa da prendere. Non ci sono limiti alla sua ambizione. Per fortuna non tutti sono così. Pochi, pochissimi sono coloro che hanno la sensibilità necessaria da capire che l’ambiente e i nostri fratelli animali vanno rispettati.
        Ad ogni modo, il problema dell’uomo non è soltanto legato all’azione devastatrice che esercita nella sua stessa casa. E’ un discorso che va ancora oltre, ma mi fermo qui poiché altrimenti vado sul teologico. Mi limiterò a dire che la vita, la vera vita, esiste soprattutto in assenza del corpo/prigione, mentre la presenza dell’uomo nel mondo è una tragedia in atto.

    • Ciao, condivido il tuo pensiero della non procreazione a tutto favore della natura. Se ci si sofferma un attimo si capisce che la natura ha percorso serenamente la sua strada per milioni di anni, mentre l’uomo in poco tempo sta distruggendo tutto. La natura è saggia, l’uomo no. Non mi dilungo più di tanto in questo commento, ma se ti va potremmo confrontarci un po’.

    • E se creamo una organizzazione e diffondiamo un virus? Uno con una cura che si può trovare solo in un determinato materiale o sostanza,cosí prima di diffonderlo compriamo tutte le cure del mondo e li facciamo secchi tutti
      Poi peró dovreste guardarvi alle spalle per me

  • Io non posso credere che l’umanità sia tutta uguale. Non ho mai odiato nessuno perché sono una persona positiva e solare e lungi da me fare del male a qualcuno, ma l’umanità col tempo si è fatta odiare! Abbiamo un mondo meraviglioso e lo distruggiamo, non impariamo mai dagli errori ma troviamo solo modi nuovi per rifarli, ma non siamo tutti uguali. Non pensavo l’avrei mai pensato o scritto ma si… odio l’umanità! Non riesco più a trovare speranze nel genere umano e pensavo di avere dei problemi mentali… a quanto pare non sono pazza! Grazie Enrico Micelli

        • Per Serena: ti confermo, l’umanità non è tutta uguale. Al riguardo, Valentino, un antico filosofo gnostico, fa un discorso illuminante, quando categorizza l’umanità in ilici, psichici, e pneumatici. Se hai difficoltà a trovare dei riferimenti riguardo a questo discorso, scrivimi pure e proverò a indirizzarti a qualche sito.

    • Ciao, ti assicuro che non sei affatto pazza, più probabilmente anche tu come me sei una persona molto sensibile. Condivido questo piccolo pensiero che hai pubblicato e in più ti dico che da tutte le persone ricevo sempre tante delusioni e questo mi ha fatto davvero male fino ad un certo punto. Il fatto è che l’uomo è un essere abbastanza egoista e cattivo e come dici tu non impara mai dai suoi errori. Ciò che principalmente mi spinge ad odiare le persone è proprio il loro atteggiamento nei confronti del mondo, della natura, della vita! Non mi sento migliore di nessuno, credo solo di essere più sensibile. Se ti va potremmo confrontarci. Ciao.

  • Noi misantropi siamo persone che hanno aperto gli occhi sull'”umanità”, se così si può chiamare. Non siamo definibili neanche animali, dato che loro non sono così stupidi e ipocriti.
    Basta solo pensare a chi non piace un abito e lo compra solo per moda, chi mette in ridicolo semplicemente per divertimento…
    Quanto schifo dietro agli umani

  • stop stop, io appoggio assolutamente ted, è stato il commento più vero e sincero di odio e misantropia ,anche io leggendo i primi commenti mi è venuto solo un odio imbarazzante e raccapricciante,lo stesso dal quale cerco riparo e dal quale ne sono pienamente invaso,pura futile inutile vanità,me ne sbatto se pure loro sono stanchi depressi eccetera,semplicemente mi fanno schifo(mi faccio ancora piu schifo io).
    dunque odiare non fa entrare di default non ti da diritto di entrare nella mia stessa categoria di odiatore .il punto è come uscirne davvero,dove sta il vero problema?il problema è la rappresentazione dell ego che si è costruito sin d’ora?,voglio dire gia einstein ha sfatato il mito del tempo con lo spazio tempo(non me ne voglia einstein ,anzi mi scuso se lo cito perdomai se puoi…)nessuno vuole realmente sforzarsi di andare oltre e si accontenta vivendo senza cervello dicendo ma si a me che me ne fotte penso a cercare donne mi trovo un lavoretto per comprare merda ecc.
    dai dite la verità questa è la mentalità di default del 99 % di voi/ noi merdosi che tra laltro comemntate,i medici ancora piu schifosi che non sanno un cazzo eccc…. e mi sto contenedo potrei arrivare a livelli mostruosi ma sapete tutti che ho fottutamente ragione va mi contengo …

  • Sono anch’io un’odiatrice seriale! Ma se il mio odio é per tutto il genere umano, il mio odio piu incondizionato va verso chi fa del male agli animali. Credo che il mondo sarà migliore solo quando il genere umano si sarà estinto! Nel frattempo auguro tutto il male possibile a chi fa del male agli animali, chi li abbandona, chi li vivisezione, chi li tortura, chi li maltratta, chi li scuoia per le loro pellicce magari ancora vivi. Non sono animalista estremista: non sono vegetariana né vegana (secondo all’odio verso le persone, viene l’odio verso la frutta e la verdura!), ammetto che noi siamo esseri onnivori e le bistecche mi piacciono. Sono un’ipocrita? Forse, ma se dovessi uccidere io un animale per mangiare, piuttosto muoio di fame! Purtroppo non posso fare niente contro le brutture di questo mondo, se non odiare profondamente chi crea dolore per i nostri amici a 4 zampe e, pigra quale sono anch’io, spesso mi trovo a pensare sul divano guardando le mie serie tv sui miei amici vampiri, quanto mi piacerebbe avere la loro velocità e la loro forza per raggiungere tutte quelle orribili persone per far loro tutto quello che hanno commesso sui miei adorati pelosetti, ma senza nessuna anestesia!

    • Il discorso che fai lo comprendo, mi piace anche in parte, ma c’è da dire che gli animali sono tanti, non sono solo quelli a quattro zampe. Il discorso non può essere limitato. Ci sono uccelli, pesci, insetti ecc, perché quelli a quattro zampe non devono soffrire e gli altri invece pazienza? Inoltre c’è da dire che anche l’uomo è un animale…

      • Fondiamo un club di misantropi. Troviamoci
        e odiamoci dal vivo. Magari pranziamo insieme in un posto che ci sta sul c…o mentre insultandoci l un l altro passiamo dal primo al secondo e un vaffa e l altro. Io sono di Verona e vi odio tutti!

    • Ciao,il tuo commento mi ha colpito, in quanto gran parte del mio essere misantropo nasce proprio dall’amore che provo nei confronti della natura e degli animali. Non sai quanto mi fa piacere sapere che ci sono persone che anche se in piccolo modo condividono qualcosa con il mio pensiero! Se ti va potremmo scambiarci qualche pensiero e confrontarci.

  • Ottime osservazioni e tutti ottimi consigli. Potrei provare affetto nei tuoi confronti, ma sarebbe una perdita di tempo. A buon rendere…

  • Ciao, condivido in gran parte il tuo pensiero, perché credo che anche se diverse le nostre motivazioni potrebbero essere simili in un certo senso. In fin dei conti il mio sentimento di odio nei confronti dell’uomo non si ferma alla semplice voglia di odiare, ovviamente ho delle ragioni per farlo, e pertanto anche io prima ancora di sperare nell’estinzione dell’uomo spero in un’umanità migliore, al contrario di chi, secondo me, è esattamente come chi dice di odiare. Questo disprezzo nasce da una serie di cose, eventi, e lunghe riflessioni e considerazioni alle quali solo persone abbastanza sensibili riescono a giungere. Spero che di queste persone che altro non vogliono di un mondo migliore, ne esistano molte più di quante io riesca a immaginare, chissà se effettivamente anche tu sei una di queste.

  • Mi sa che sei un “diversamente misantropo”, eh Enri’? :-p ( D’altronde molti rettiliani sono così 😉 ) Mi sa che anch’io… Ma si può sempre migliorare! 😀
    P.S. Mi piace “l’ironia posticcia” e le “faccette emoticon”, che invece un “perfetto misantropo” ha disprezzato nei commenti… Tiè: :-p 🙂 😀 !!…

  • Un tempo, davanti a un morto, mi chiedevo: “A che gli è servito nascere?”. Ora mi faccio la stessa domanda davanti a ogni vivo….

    Emil Cioran (r.i.p.)
    Che dio ti renda merito x le tue “scomode” verità!!!!!

    • La penso esattamente come Marco, estendendo l’interrogativo anche a tutti gli esseri viventi: Cosa si nasce e vive a fare, spesso soffrendo, non lo so. E perché continuiamo a riprodurci? Boh.

  • La vita è una tragica assurdità…e anche una grossa presa x il culo…. è normale che le persone più sensibili all’ argomento…sia incazzate o depresse!!!!!
    ✝✖⚰❤

    • no, Marco. questo e’ quello che vorrebbero fare credere alla gente i maggiori responsabili, chi si e’ arricchito sulle spalle dei disperati grazie al diabolico sistema capitalistico mondiale. la vita sarebbe bellissima.. siamo noi che l abbiamo fatta diventare una presa per il culo e una tragica assurdita’

      • Lorenzo, la vita sarebbe bellissima? Concorderei. Se non esistessero migliaia di malattie, terremoti ed altre catastrofi naturali, e soprattutto: la morte. Solo allora sarebbe quasi perfetta. E si. E gli umani completano la tragedia. Quoto Marco al 100%

        • Le malattie sono perlopiu´create dall uomo stesso che ha trasformato il naturale modo di vivere sulla terra. ti sei mai chiesto perche´certi popoli si ammalano meno degli altri ? dipende da tanti fattori. La maggioranza delle malattie possono essere evitate con stili di vita sani. e non lo dico io questo, lo dice la scienza

          i terremoti e le catastrofi naturali potrebbero essere perlopiu evitate oppure attenuate senza la mano pesante dell uomo – chi sono i principali responsabili dei cambiamenti climatici ?? – ovvero dell egoismo e dell avidita´ di denaro che distrugge tutto

          La morte ??.. qui stiamo in un discorso spirituale. comunque, non so voi, ma io non avrei paura o rimpianti in un punto di morte, se sapessi di aver vissuto una vita felice in un mondo di amore.. invece, ovviamente, ho paura di morire come tutti semplicemente perche´mi rendo conto di non aver veramente vissuto nulla della mia vita, dato che l ho passata per la maggior parte (come immagino anche voi) a lottare per risolvere i problemi che mi hanno creato gli altri

          • In parte concordo con te, Lorenzo, ma io mi riferivo a malattie dovute ai virus, o a quelle genetiche ( che possono colpire fin da bambini ), in cui l’uomo, una volta tanto, non c’entra. Per la morte… Non pensavo a niente di spirituale. Un amico è morto a 26 anni, per un incidente. Perciò considero la morte una stronza. Quando ti coglie all’improvviso, strappandoti tutto. Quando ti ruba una persona cara. Comunque si, la vita è lotta. Ma non sempre per colpa di altri, a mio modesto parere. Anche le catastrofi naturali, a volte, non sono imputabili all’uomo…Ma ora suggerirei di non parlare più di queste cose tristi. Concentriamoci sulla misantropia, vi va? Vi odio ( quasi ) tutti!!

  • allora ci sono già molte persone che odianao la razza sub-umana. ma un misantropo puù odiarne un altro in quanto umano?

    • In risposta ad Anonimo: Penso che un misantropo possa odiare i suoi simili… Certo però che odiare è molto faticoso… E comunque, ad odiare fino in fondo l’essere che ha inventato anche tante cose belle od utili non riesco fino in fondo… Spesso provo solo empatia. Sono una misantropa mancata… Mooolto mancata! 🙂
      E pazienza 🙂

        • Hai ragione, Lore’!… Comunque detesto le prediche, non ne voglio fare a nessuno! 🙂 Non sono venuta qui per sfottere, ma per confrontare diversi tipi di pensiero, mi piace arricchirmi con esperienze diverse. Comunque si’, me ne vado… … … …Ok… 🙁
          …Col cazzo!… Rimarro’ qui a leggere i pensieri altrui, e ad infastirti. Sento che il tuo odio per me aumenta 😀 Che bello non essere invisibili 🙂

  • Dicendo “sacrosanta verità” mi riferivo all’ultimo commento di Marco 😉
    Comunque anche Lorenzo ha le sue ragioni, ma… Non si stava parlando di misantropia? Ops, stiamo andando su un altro binario! Fa’ niente, va bene anche così! 🙂

    • Concordo, per quello mi chiedevo perché continuiamo a riprodurci ( le risposte possono essere tante… ): Anche per me, nascere e’ una tragedia. Che esista o meno un’anima 🙂

  • Ma porca di quella miseria, questo è un sito dove si manifesta l odio per il genere umano e nn dove si invoca la remissione della razza umana per farla diventare più buona, voi nn siete misantropi siete i soliti finti buonisti frustrati quelli che noi misantropi odiamo di più, volete convertirci con i vostri discorsi pacifisti e perbenisti e siete i peggiori di tutti incolpate l uomo dei danni che crea mentre tu uomo o donna cos hai fatto oggi ? Quanti danni o quanta nullità hai prodotto anche oggi? Grazie di venire qui a scrivere nn fai altro che aumentare la misantropofobia che ci pervade!! Inutili umanoidi con il dito contro senza che abbiate la capacità di guardarvi dentro e capire che è propio da voi che nasce il nostro senso di odio per tutto il mankind e che siete voi dentro ad essere i peggiori di tutti!

    • C’è solo un piccolo particolare, Mauriz… Ci anche commenti “buonisti” perché questo NON è un sito di misantropia, ma di satira ed ironia. Enrico e’ talmente bravo a scrivere che non sembrava stesse ironizzando. Comunque sei un misantropo perfetto, complimenti. Non abbiamo che imparare da te, hai tutte le ragioni, bravo! E non sto affatto scherzando 🙂

    • Per Mauriz: Ho cliccato sul link di Simone, ed ho capito meglio il tuo sfogo…! Pensavo fosse riferito in generale solo ad alcuni commenti, invece in effetti e’ legittimo averlo trovato fuori luogo, e che tu ti sia irritato! Forse l’intenzione di Simo non era malvagia, comunque anche se in maniera un po’ meno sanguigna e colorita, condivido molto di ciò che hai scritto nella tua invettiva. Anche a me queste cose, ormai, danno solo molto fastidio e disagio. Senza offesa a Simone, però non tutti possono gradire questo genere di discorsi. Ok? 🙂 Bye!

  • Mi ci ritrovo benissimo nella descrizione che fa di Cesare Pavese una figura tragica e disperata nella sua sofferta estraneità al mondo ciao ciao

    • Per non parlare del mitico Leo… Pardi. Un’allegria! 🙂 Per chi è molto acuto e sensibile, non può che essere così, purtroppo!

  • Chi come me è un vero misantropo, non cerca di giustificarsi come lo fate voi. L’umanità ha fallito punto, il sistema ha fallito… tutti i fottuti esseri umani: padri, madri, figli … cercano uno e l’altro di fottersi a vicenda… l’unica cosa che vi rende ancora sinceri e UMANI è Il sesso, perché ci mette a nudo… in tutti i sensi

    • io non riesco manco piu a fare sesso perche’ non riesco piu a fidarmi delle donne. ne ho passate (e sentite) troppe. vedo troie ovunque.. se e’ vero come dice il dott.Morelli che c e’ una prostitita in ogni donna. della gente in generale io non mi fido, ma delle donne ancora di meno

  • È un po’ di tempo che provo un odio profondo nei confronti delle persone, ma è un odio diverso. Inizio sempre col presupposto di amare le persone e volergli bene, ma lentamente tutto questo si trasforma in disprezzo. Oramai non ho più amici e finisco sempre col odiare le persone, in tutto e per tutto. Odio la loro mentalità,il modo in cui ragionano… ho perso completa fiducia nell’umanità.

    • unquote qui in questo blog non credo che qualcuno tra noi abbia degli “amici”. e´ quasi una condizione necessaria per essere misantropo: se hai degli amici, probabilmente, non sei un misantropo perche´riesci ancora a provare affetto oper qualcuno… io avevo un paio di amici di vecchia data che mi erano rimasti, fino a poco tempo fa, poi ho (volutamente) tagliato i contatti pure con loro. e´ una cosa che mi viene d istinto. c ho la convinzione che, in generale, con la maggioranza della gente e´meglio non averci nulla a che fare… inoltre io tengo molto alla mia intelligenza ma, purtroppo, come ha avuto anche il coraggio di dire pubblicamente il matematico professor Odifreddi: il 90% degli italiani e´stupido. cosi stanno le cose in effetti, e io con gli stupidi non ci voglio avere piu nulla a che fare.
      poi vai all estero e vedi, tra l altro, che tale percentuale non varia poi di molto. invece di 90% sara´ 80%..
      ciao!

      • Condivido. Ho scelto da tempo di non avere amici e i vantaggi sono molti più degli svantaggi. Condivido anche l’affermazione che la maggior parte degli umani sia stupida e non meriti sforzi di interlocuzione. Con infinito disprezzo… freeOliver

  • Miceli sarà più satirico che misantropo ma il post è ben fatto.
    Io comunque vi disprezzo tutti, cordialmente.
    Fanculo

  • Speravo di trovare un qualcosa che lontanamente si avvicinasse a quello che provavo, invece anche in questo gruppo siete miseri come il resto di questo schifo di pianeta e mannaggia a satana, si dannato lui che non viene qui con tutto il suo schifoso esercito e ci dilania le carni come meriteremmo… anzi ho detto una stronzata non meritano nemmeno questo, la razza umana non merita nemmeno di avere qualcuno che gli di attenzione per sterminarla, dovremmo tutti scomparire, diventare polvere o nebbia. Non mi interessa che le persone soffrano, non è questo il mio desiderio, io spero solo che chiunque appartenga alla razza umana possa diventare improvvisamente nebbia o che una meteora copisse questa caccola nell’immenso universo, questo atomo opaco del male. Che tutti voi possiate scomparire, è la cosa migliore a cui si possa ambire. Thanos ha sbagliato, doveva schioccarle due volte le dita. Fanculo anche lui

  • Sono perfettamente d’accordo….facciamo skifo ..siamo dei virus con il pianeta…siamo il cancro della terra come dice il sommo E.M.CIORAN….presa coscienza della verita’….dipende da noi il da farsi….vivere nella menzogna o……

  • Io detesto prima di tutto la gente che abita nel mio condominio. Poi i vicini: Non mi piace incontrarli né vederli, e se facciamo la stessa strada mi giro dall’altra parte facendo finta di non averli visti, così non li saluto. Mi dà fastidio la gente nelle strade e nei supermercati. Sto bene in solitudine, non ho ( né voglio ) amici o “amore”, non ho desiderio né voglia di socializzare; è sempre una delusione. I parenti fortunatamente sono lontani ed io non li cerco. Se mi cercano di solito non rispondo. Sono un lupo soliario e misantropo, e mi piace.

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: