Vita di merda. Ecco come migliorarla trasformandola in una vita del cazzo

Dunque la vostra è una vita di merda, dico bene? Una vita schifosa, vuota, triste, assolutamente priva di qualsiasi significato. Una vita piena di dolore, sofferenza, guai e tanto, tanto malessere. Forse alla fine portate anche un po’ sfiga, ma non è importante. Le persone che amate vi trovano repellente, i conoscenti vi evitano di proposito e ultimamente anche le emorroidi si sono infiammate. Insomma, la vostra vita quotidiana fa cacare, non vi soddisfa, e peggio di così proprio non potrebbe andare. Ma non preoccupatevi, a tutto c’è rimedio. E tutto sommato questa, a ben vedere, è una buona notizia. Alla fine è sufficiente fare qualche piccolo aggiustamento qua e là e di sicuro avrete un miglioramento. Cioè, peggio di come state è impossibile, giusto?

Come già vi ho spiegato in passato, cambiare vita è possibile. Non è difficile da fare.
Il vostro lui o la vostra lei vi ha lasciato spezzandovi il cuore e tradendovi con un’altra persona? La vostra quotidianità è fondata su continue figure di merda che non riuscite più a gestire? Nessun problema. Ecco come mutare radicalmente la vostra inutile esistenza, trasformando una vita di merda in una fantastica vita del cazzo.
Vita di merda-statua gabbiano

Ecco come migliorare la propria vita di merda trasformandola in una vita del cazzo

Poche semplici regole per trasformare una vita di merda in una vita del cazzo.
Perché cambiare si può. Basta volerlo.

Procrastinare

Per trasformare una triste vita di merda in una meravigliosa vita del cazzo, il primo accorgimento è senz’altro procrastinare tutto (lo sapete che significa procrastinare, sì? O siete dei maledetti analfabeti funzionali? Mh… va be’, vi metto il link a un dizionario che ve lo spiega così siamo felici tutti).
Come dice il vecchio adagio: “Mai fare oggi quello che è possibile rimandare a domani” (va be’, mo’ il proverbio non me lo ricordo tanto bene, ma più o meno mi sembra fosse così).

Vivacizzare le conversazioni

Siete timidi e impacciati e non riuscite a parlare bene in pubblico? Nessuno vi considera e praticamente siete degli invisibili?
Be’, sì, anche questa è una vita di merda, come darvi torto.
Avete mai pensato di alzarvi nel bel mezzo di un dibattito, una presentazione, una manifestazione qualsiasi, e causare una bella rissa finalizzata al massacro? Non importata con chi, il tizio che vi è antipatico, il vigile urbano che vi ha fatto la multa, la vecchia che puzza di piscio di gatto. Tutto va bene. L’importante è vivacizzare la discussione. Essere il fulcro di un nuovo evento, vitale e inaspettato. Difficilmente la gente si dimenticherà di voi.

Le responsabilità

Vita di merda-sbadata
Già avete una vita di merda, perché dovreste assumervi anche delle responsabilità che, con ogni probabilità, non faranno altro che peggiorare la vostra situazione?
Prendete iniziative e succedono casini. Fate un errore e subito vi viene l’ansia.
“Era una nostra precisa responsabilità, ora dovremo pagare il prezzo dei nostri sbagli”. Questo dice la voce della vostra coscienza. Ora, per un attimo, provate a pensare alla voce della vostra coscienza come alla causa numero uno della vostra vita di merda. Fatto questo, da qui in poi ignoratela.
Bene.
Ora veniamo a noi. Regola fondamentale, mai assumersi le proprie responsabilità davanti a nulla. Negare sempre, anche quando si viene scoperti in flagranza.

Avete versato dell’acqua sui server dell’ufficio causando un black out e cancellando irrimediabilmente il lavoro di un mese dei vostri colleghi? Ricordate sempre: la responsabilità non è vostra.
“E’ sta cazzo de Enel, je dovemo fa’ causa. E’ na merda. Dove lavoravo prima è già successo n’artra volta… Un casino. Ma dico io, se pò? So’ incompetenti, questi. Ma n’azienda elettrica un po’ mejo nun c’è?”.

I cantieri

Vita di merda-anziano cantiere
Se la vostra vita di merda non vi regala mai gioie ed è avara di emozioni. Se le vostre giornate altro non sono che un enorme vuoto che si sussegue ora dopo ora, senza un inizio né una fine. Allora fermatevi un istante e riflettete. La soluzione può essere una soltanto. Guardare i cantieri è il perfetto riempitivo di tutto questo vuoto interiore.
La saggezza popolare ce lo insegna da tempo. se ci fate caso molti anziani passano la loro vita a guardare i cantieri. E di solito la vita degli anziani è una vita di merda.
Capito come funziona?
Provateci…

Insomma, i consigli sono diversi e sono tanti. Trasformare una vita di merda in una vita del cazzo richiede poco sforzo e i risultati si possono vedere fin da subito.
Quindi perché aspettare oltre? E’ ora di smetterla. Agite, prendete in mano il vostro destino. Dite “basta!” alla vostra vita di merda. E salutate con un bel benvenuto la vostra nuova vita del cazzo!

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK. Puoi TROVARLA QUI


Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: