Le 6 cose che si dicono in giro sulla reputazione degli italiani

La reputazione degli italiani. Perché la nostra fama ci precede

Ecco un simpatico elenco di cose che si dicono in giro sulla reputazione degli italiani. Sei simpatici luoghi comuni per disprezzarci tutti insieme sorridendo.

1. Spaghetti, pizza e mandolino. C’è più gusto a essere italiani. E chi ci batte in questo? Cioè, non nel fare gli spaghetti, la pizza o nel suonare mandolini (ma poi voi ne conoscete gente che sa suonare il mandolino? Solo io non conosco nessuno?), ma nello sbrodolarci addosso meriti qualsiasi, nel convincerci della giustezza dei luoghi comuni, nel fomentare una visione di noi del tutto immaginaria o legata ai secoli passati, guardandola come se fosse ancora attuale. Per dire, la pizza la fanno buona anche gli arabi, gli spaghetti cinesi spaccano, e se mettevi un mandolino in mano a Jimi Hendrix finiva di sicuro in barca a suonare per Berlusconi, e Apicella ritornava a fare il parcheggiatore abusivo. Insomma, più che la reputazione degli italiani è competitiva la retorica.

2. Gli uomini italiani sono sexy. Va be’, mo abbiamo messo su sta panza perché ci sono state le feste di Natale, Capodanno, la Befana, i panettoni, il cotechino. Ma per la prova costume ci facciamo trovare di sicuro pronti, o no? Ci vediamo st’estate in spiaggia. Spiaggiati.

3. E poi le donne italiane, si sa, sono le più belle del mondo. C’è pure il proverbio, no? Donna baffuta sempre piaciuta…

Il Padrino_la reputazione degli italiani

In foto due italiani medi mentre chiacchierano tra di loro del più e del meno

4. Sei italiano? Sei mafioso. Il “sillogismo” è perfetto, o no? Sarebbe come dire: sei americano? Sei obeso! Sei russo? Sei alcolizzato. Sei inglese? Puzzi! Sei francese? Puzzi pure tu! Sei tedesco? Va be’, puzzi! Sei arabo? AAAAAAAAAHHH Ayatollah, Allahu akbar tatatatatatatata BOOMM (insomma avete capito). A pensarci meglio forse sto sbagliando gli esempi (si sa che questi sono tutti esempi veritieri), ma il senso del paradosso è chiaro, sì?

5. Gli italiani sono romantici. Ancora adesso, mentre gli lavi le mutande, ripensi ai primi tempi, quando ancora ti corteggiava, vero? Rivedi ancora quelle cenette a lume di candela in cui guardandovi negli occhi parlavate di quanto cazzo di sale avevi messo nell’insalata. “Amo’, mo’ però sparecchia e lava i piatti! E visto che ci sei prepara pure un caffettino”. È stato lì che ti ha conquistata.

6. E vogliamo tacere il fatto che gli italiani sono mammoni? In fondo la mamma è sempre la mamma. Solo lei è in grado di difenderti sempre e regalarti tutta la sua comprensione, senza se e senza ma. Anche dopo che le hai spaccato il cranio con il ferro da stiro per comprarti una dose di eroina.

E voi avete altro da aggiungere sulla reputazione degli italiani? Fatelo nei commenti o sui social. Io, di mio, mi fermo qui sennò Mattarella mi querela. Che poi magari è un elenco un po’ impreciso, d’accordo, ma in fondo quante idiozie diciamo noi sul conto degli altri Paesi? Mettiamola così: se tutti noi riuscissimo a spostare lo sguardo al di là dei luoghi comuni, sarebbe già una mezza vittoria per il pianeta intero, o no?

Ps – È chiaro che è solo un gioco. Lo specifico perché ultimamente si stanno collegando un sacco di psicopatici. Per carità, adoro gli psicopatici, ma quando sanno il mio indirizzo di casa un po’ mi mettono a disagio. Cioè, Hannibal the Cannibal mi è simpatico, ma magari a cena, a mangiare una bistecca, non lo invito, ecco. E comunque ci sono tante cose belle dell’essere italiani, ed è importante valorizzarle (magari prossimamente faccio un post a parte), tipo le scarpe, la Ferrari, la creatività, Roberto Baggio, la tarantella, gli italiani brava gente, non c’è più la mezza stagione, tanto va la gatta al lardo… ecc ecc ecc ecc ecc.

Va be’, alla prossima. Ho una riunione col gruppo Bilderberg e non vorrei fare tardi.

2 CommentiLascia un commento

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: