Le 10 faccine di Facebook che bisognerebbe aggiungere

Le faccine di Facebook lo sapete oramai tutti cosa sono, giusto? E più o meno tutti avete visto quelle faccine ai commenti dei post (note come “reazioni” o “reaction”) aggiunte in questi giorni dal social network di Zuckerberg. La stampa italiana e internazionale ha parlato molto di loro (di sicuro più che degli sbarchi a Lampedusa) e persino su autorevoli giornali come newsdimmerda.com (insomma, il meglio del meglio presente in rete) non si parla d’altro. Quindi non ho capito perché cazzo non dovrei parlarne anch’io?
Però ho preferito aspettare un po’ di giorni prima di dire la mia. Mi è servito del tempo per capire cosa ne pensassi davvero, anche perché i post emozionali non sempre mi convincono. E quindi, dopo qualche giorno di utilizzo, posso dire in tutta sincerità che queste faccine di Facebook sono sì una merda, come era facile intuire, ma non una merda assoluta come credevo. In fondo quando commento un post di qualcuno posso far finta che non esistano, il che è già una buona cosa, e quando qualcuno le utilizza con i miei post, sono così insipide che non danno certo fastidio.
Queste neonate faccine si chiamano: Love; Hahah; Wow; Sigh e Grrr. Che già chiamarle così sembra una presa per il culo.
Diversa sarebbe stata la musica se al posto di queste emoticon standard, Facebook avesse inserito faccine più utili, reaction più naturali e veritiere. Qualcosa in grado di tradurre al meglio i pensieri che noi utenti abbiamo realmente.
Ecco quindi l’elenco delle emoticon che a mio avviso avrebbero meritato una presenza in calce ai post di Facebook, proprio lì, di fianco all’oramai classico “Mi piace”, che prima significava un po’ tutto e un po’ niente, e ora boh, qualcosa significherà…
faccine di facebook emoticon reaction emoji
I cuscini-emoticon si possono acquistare qui

Dieci faccine (anzi, reaction) che Facebook non ha ancora inserito e che dovrebbe inserire al più presto

In fondo quando clicchiamo “Mi piace” il senso del click è sempre molto vario, no? Bene sarebbe creare un ventaglio di opzioni più esplicite:

1. Ti scoperebbi
Un “Mi piace” ignorante ad una foto con il muso a culo di gallina ha un unico significato, c’è poco da aggiungere.

2. In che senso?
“Ci farei pure io ma nn o niente e chi mi dice il contrario nn sa di k parla. Io nn o mai offeso nss che vuoi tu che pensi che nn l’ho capisco? Xò ci hai provato ahahaahah”
Voi ne avete contatti così? L’unica emoticon possibile è quella che dice: “In che senso?”

3. Guarda che la citazione è sbagliata
E ce li avete quei contatti che parlano solo per citazioni di personaggi famosi? Che poi magari una citazione di Gandhi l’attribuiscono a Belen, ma non fa niente. Basta un click e il tuo fastidio sparisce.

4. E’ un bufala. Coglione!
Questa reaction secondo me è importante. Anzi, fondamentale. Il vostro amico demente pubblica un bel link che dice che puoi guarire dal cancro bevendo gazzosa e bicarbonato? Niente paura, c’è il tasto “Coglione!”: ed è subito bufala.
Le faccine di Facebook salveranno il mondo.

5. Dovresti leggere Noam Chomsky
Anche questa emoticon è rilevante. Io la userei in continuazione.

6. Guarda che ho capito che ti riferisci a me, bastardo!
La faccina potrebbe essere la manina che fa il “Like”, ma col dito medio. La reazione giusta al momento giusto. Da utilizzare solo quando serve. Senza polemica. Senza allusioni. Senza giri di parole. Un click e via…

7. Sti cazzi
“Mi sono appena fatto un caffè. Ora fumo una sigaretta. Più tardi forse caco”.
Enrico ha commentato “Sti cazzi” al tuo post.
Un grande classico che il popolo di Facebook richiede da tempo, ma che i vertici dell’azienda da tempo ignorano.

8. Qualsiasi cosa scrivi tu mi piace. Sei bellissima. Ti amo.
Un pene in erezione potrebbe sintetizzare bene il concetto. Va be’, i peni non sarebbero esattamente faccine di Facebook, ma insomma, più o meno siamo là. In fondo di teste di cazzo è pieno il mondo.

9. Hai cacato il cazzo
Una emoticon duttile, buona per tutte le occasioni. Una faccina pronta all’uso: per chi vi tagga nelle foto di merda; per chi vi riempie la bacheca di link insulsi; per chi vi commenta in continuazione con frasi idiote; per chi vi scrive, vi chatta, vi mipiacizza, insomma: vi perseguita.
“Hai cacato il cazzo”. Bello. Liscio. Liberatorio.

10. Non hai subito un attacco hacker, volevi solo guardati un porno
Ma dico io, invece di cliccare su sti link che si sa oramai che sono farlocchi, andate su Youporn che è più affidabile. Avete voglia, poi, a giustificarvi e a dire che avete subìto un attacco hacker; che sulla vostra bacheca compaiono filmati porno messi da chissà chi; che avete preso un virus ecc ecc ecc. La figura demmerda oramai è fatta, se inventate ste storie peggiorate le cose. In fondo volevate solo guardare un porno. E che sarà mai…

E voi quale altra Faccina di Facebook inserireste? Ditelo sui social o qui in basso.

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK. Puoi TROVARLA QUI


Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: