Tradimento, amore e gelosia

Ho atteso qualche giorno in più per pubblicare questa nuova puntata de “La posta del Colon – Tradimento, amore, gelosia”, poiché mi sono ripreso solo oggi da 10 giorni di alcolismo natalizio e so per esperienza che i consigli del Dottor Miceli gonfio di tequila, per quanto assolutamente illuminanti, non vengono presi granché bene dalle persone che cercano aiuto o conforto. Insomma, voi pappamolle che non siete altro non volete uno che vi dica come stanno le cose, volete uno che vi dia ragione su tutto e vi permetta di frignare anche se avete torto marcio. Siete degli smidollati, è questa la verità. Per fare un esempio: vostro marito vi ha trovato a letto con tutta la squadra degli amici con cui gioca a calcetto il venerdì sera e voi mi concludete l’email scrivendo sta roba qua: “Gentile dottor Miceli, perché mi ha lasciata così, dopo nove anni di felice matrimonio? Avremmo almeno potuto riprovarci…”

E perché mai t’ha lasciato così?

“E t’ha lasciato così perché sei ‘na zoccola, bella mia. Che te devo di’?”

Be’, questa sarebbe stata la risposta alcolica. Istintiva, deprecabile e carica di giudizi morali. Non va bene. E poi lo so che in una rubrica del genere dovrei essere un po’ più delicato, che dovrei sempre trovare il giusto equilibrio, dovrei rispondere con garbo e professionalità con frasi del tipo:

“Probabilmente l’increscioso avvenimento è stato causato da una reazione eccessivamente forte, dovuta allo shock e alla perdita improvvisa dei riferimenti emotivi. Faccia passare del tempo, gli dia modo per metabolizzare l’accaduto, e poi lo cerchi nuovamente ammettendo ogni responsabilità e scusandosi con sincerità ‘dell’incidente’ che ha coinvolto lei e l’intera squadra di calcetto del venerdì. Dopo di che lo inviti a riprovarci, prestando maggiore attenzione ai suoi sentimenti”.

Tradimento moglie calcetto

La squadra di calcetto del venerdì

Ma parliamoci chiaro, questa risulterebbe una risposta troppo distaccata, poco sentita, fredda, glaciale, volendo anche cattiva poiché lascia passare tra le righe un malcelato senso di disprezzo, o no? Come a dire: “Sei ‘na zoccola, ma nun te lo dico qua che c’è gente”. Io uno così lo manderei a fanculo, altro che chiedere consigli.

No, il dottor Miceli non è così, non è fatto di questa pasta (certo, te un po’ zoccoletta ce sei e ce resti). Per questo, ora che sono mezzo sobrio e mezzo no, mi sento di rispondere alla signora con la sincerità del vecchio amico che una bottarella te la darebbe anche, dovesse presentarsi l’occasione. Per cui a questa mail ho deciso di rispondere azzardando una visione più globale del problema: “Ma non è che gnente gnente tuo marito se la faceva lui sta squadra de calcetto del venerdì? Oh, sotto le docce degli spogliatoi ne cadono di saponette. Lo voi detto in sincerità? Secondo me nun è tanto il tradimento,  ma se l’è presa perché nun l’hai invitato. E che se fanno così le gang bang? Sai che voi fa? Te venerdì prossimo organizza ‘n’altra partita de calcetto in camera da letto, però stavolta con la squadra al completo e chiami pure tu marito, ok? Sennò sei scorretta. All’inizio farà quello incazzato, ma poi fallo chiama’ pure dall’amici. Fate ‘na rimpatriata goliardica, va’.

Io dico che recuperate”.

Cordialità.

CONTINUA A LEGGERE LA POSTA DEL COLON (PAGINA 2)

Se il post ti è piaciuto e vuoi premiare l’autore, fai adesso i tuoi acquisti su Amazon.it. Oppure leggi un altro articolo tra quelli selezionati in basso.

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: