Come inventarsi un lavoro e pagare l’affitto coi soldi invisibili

Al giorno d’oggi inventarsi un lavoro è l’unica via per uscire da un mondo fatto di precarietà, sfruttamento, insoddisfazione, disoccupazione e bestemmie. Tante bestemmie.
Alla fine non è difficile, basta solo un po’ di creatività. Quali sogni avevate da bambini? Ecco, quello è il lavoro che fa per voi.
Esistono molti tipi di lavori su cui investire, ma se vogliamo essere davvero soddisfatti di noi, allora dobbiamo essere originali. Calciatori, ballerine, veline, scippatori, tutta roba già sentita, troppa concorrenza, troppe aspettative, troppa ansia. E’ necessario dare spazio alla fantasia, all’istinto, all’intuizione. Cercate il vostro bambino interiore e chiedetegli consiglio. Questa è l’unica via.

Inventarsi un lavoro

Inventarsi un lavoro è importante. Ecco la mia esperienza

Io una volta l’ho inventato il mio lavoro, e l’ho fatto proprio chiedendo consiglio al mio bambino interiore. Un lavoro che credevo perfetto. Un lavoro che ho sempre sognato di fare. Insomma, non UN lavoro ma IL lavoro. Sì, perché per sei mesi sono stato la spalla di Max Pezzali degli 883, ho sostituito Mauro Repetto nei balletti fuori tempo. Quel periodo è stato tutto un dimenarsi sul palco come un tarantolato, un agitare le braccia e un applaudire senza sosta. Nord, sud, ovest, est. Come mai. Rotta per casa di Dio. Con un deca ecc ecc ecc. Senza i miei passi a cazzo di cane i concerti non sarebbero stati certo la stessa cosa. Ma per quanto impegno abbia messo nella realizzazione di questo mio sogno, le cose non sono andare come pensavo.

All’inizio è stato anche bello duettare con Max, ma poi il successo mi ha dato alla testa e non sono riuscito a resistere. Donne, droghe e slang da quattordicenne sfigato che, passati i trent’anni, dà un’aria un po’ così, come dire, da coglione.
Insomma, una vita di eccessi. No, non era una vita adatta a me, ma l’ho capito solo dopo. Un mondo di squali, gente invidiosa, falsi amici e groupie minorenni che non credo fossero le nipoti di Mubarak. Nulla da desiderare. Nulla da rimpiangere.

Comunque, dicevamo, io il lavoro me lo sono inventato. Ma quando ho incassato il mio stipendio immaginario e ho pagato l’affitto con i miei soldi invisibili il padrone di casa non è rimasto particolarmente contento.
Che è bene inventarsi un lavoro, ma, insomma, se proprio dovete inventarvelo sceglietene uno regolarmente retribuito. Io da Max avanzo ancora sei mensilità, e non è una bella cosa.
Comunque, io ho sporto denuncia, un po’ perché è bello inventarsi un lavoro, d’accordo. Ma un po’ anche perché in Italia è bello inventarsi i processi, o no?

4 CommentiLascia un commento

  • Terra bruciata ..giravo i meglio ristoranti sestrier e via in giro afitto pagato e vitto di scarsa qualità un letto che ci avevano dormito chissa chi….sognavo un materasso tutto mio ..passando il tour de françe mi son fermata un po no nulla andava bene Sicilia Puglia Sardegna stagioni che passavano in fretta e i soldi li mandavo a una parente che mi pregava di non sperperare neppure le mance tenevo e poi a gran sorpresa la banca era andata fallita e i soldi spariti chissà che mistero io non ci capivo e credevo anche al Principe azzurro Ok finiti i soldi la buonissima parente non mi teneva di certo li a girarmi i pollici e così parto x la Toscana finisco nei gironi dei dannati mi metto a studiare e lavorare non si finiva mai…piccola laurea in infermieristica mi butto nel sociale …poi in psichiatra bel lavoro 36anni di materasso tutto mio …peccato che la ditta x quale lavoro va a gambe dritte alle bilbados sparita con tutti i guadagni ….aaa che trombata o preso nessun contributo ne liquidazione …Addio materasso addio sacrifici i pianti a che servono?trasferimento all’estremo Nord …..crisiii son arrivata nel momento peggiore…cosa mi invento adesso?il fai da te non è possibile si son già inventati di tutto …i cavalli ecco l’idea peccato che ho il terrore…però son intelligenti quando devo pulire la stalla loro son li a guardarmi solo una mi tira x la giacca io gli fo.io ciò paura più di te male non ti faccio e tu non farlo a me così siam d’accordo. …at giù capit antifona meyo li animali ..

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: