Gli imbecilli e l’imbecillità. Chi sono? Da dove vengono? Cosa vogliono?

Partiamo da un presupposto: il popolo è imbecille e l’imbecillità è la sovrana del popolo. L’intelligenza si presenta in tante forme, ma alle volte non si presenta affatto.
Detto questo, iniziamo.
Una cosa che non capisco della gente è l’esigenza viscerale che ha di esprimere la propria opinione su tutto. Avete notato? Ogni qualvolta accade un evento di una certa rilevanza, tutti, sui social come al bar, si sentono autorizzati a dare una loro opinione.

Imbecille: “Secondo me dovevano dargli l’ergastolo a Topo Gigio. Vendere la droga ai bambini, ma dico io, come si fa? Che schifo”.
Essere senziente: “In che senso? Era una bufala. Topo Gigio non ha mai venduto droga ai bambini”.
Imbecille: “Dovevano dargli l’ergastolo comunque”.
Essere senziente: “Ma non ha senso. Non ha fatto niente”.
Imbecille: “E sti cazzi! Ergastolo!!11!!”

Si tratta di pareri illustri, per carità, opinioni fondamentali di imbecilli dalla rilevante imbecillità. Personalmente non saprei vivere senza di loro, ma questo solo perché io amo molto l’ironia grottesca.
In ogni caso, dicevamo, qualsiasi sia l’interrogativo, loro hanno la risposta. C’è l’estroverso, il baccalone, il complottista, il negazionista, il “no a prescindere”, il piddino, il grillino, il salvino, il “tanto è tutto un magna magna”, “sveglia!!1!!”, “io lo appenderebbi in piazza per le palle!”. Insomma: c’è di tutto. Non importa quale sia la loro squadra, loro devono vincere. E si vince dando la risposta.
L’unica risposta giusta! Non c’è spazio per altre opinioni.

Le vegane ingoiano?
Solo loro sanno rispondere a questo annoso dilemma.

Gli imbecilli e l’imbecillità

L’attesa dell’imbecille è essa stessa l’imbecille? E’ possibile fare dell’imbecillità virtù? Questi, a mio avviso, sono due interessanti quesiti insensati da porre a qualche simpatico giovanotto un po’ sciocchino (rispondete numerosi nei commenti a fine articolo, mi raccomando).

L’imbecille e la sua imbecillità sono le metastasi di un cancro umano che va via via sempre più diffondendosi.
“Enrico, tu dimentichi il sacrosanto diritto alla libertà d’espressione”.
Seminare odio e violenza non è libertà d’espressione, è libertà di odio e violenza. E’ semplice. E c’è poco da rivendicare.
In ogni caso ogni diritto è collegato a un dovere. E il diritto alla libertà d’espressione è collegato al dovere di informarsi correttamente! E sennò si crea solo un gran casino, no? Più o meno come quello in cui siamo oggi.

Ricorda, Voltaire diceva…

A dispetto degli imbecilli e dell’imbecillità, c’è chi argomenta ancora sostenendo: “Ricorda che Voltaire diceva che…” ecc ecc. La fregnaccia del “darei la vita affinché tu possa esprime le tue opinioni del cazzo” la conosciamo tutti. E in ogni caso: no, Voltaire pare proprio non l’abbia mai detta questa frase. Gliel’ha messa in bocca un amico imbecille.
imbecille-imbecillita-Voltaire
Comunque sia, a dispetto dell’imbecillità, è vero: esprimere la propria opinione è legittimo. O meglio, è legittimo se non siete dei completi coglioni, psicotici e potenziali serial killer. Ma è mai possibile che ogni qualvolta succeda qualcosa, dio santo, qualsiasi cosa, in qualsiasi momento, in qualsiasi campo, in qualsiasi parte del mondo, ogni sacrosanta volta un idiota debba dire la sua? Un fiume in piena di imbecilli digitali che straripa con prepotenza e inonda l’home page della nostra consueta serenità domestica. Avete notato? E’ un incubo.

I ripetitori di pensieri altrui

E poi, a ben vedere, cotanta imbecillità non è tratta nemmeno da pensieri propri, ma da quelli di altri imbecilli. Fateci caso, sono frasi già dette da qualcun altro. Ripetute da qualcun altro ancora. Riprese da qualche giornale, qualche tv, qualche blog, qualche politico in un comizio. E poi ripetute ancora e ancora.
Una pietra lanciata nel lago dell’idiozia. Una eco che si propaga in infiniti cerchi concentrici che fanno vibrare l’intera superficie dell’acqua e della mia sacca scrotale.
Pensieri che proprio come l’acqua evaporano verso l’alto, perdendosi nel soffio di una sottile scorreggia intellettiva.

I social

L’umanità si è ridotta a questo: imbecille imbecillità. Non è colpa dei social. Facebook, Twitter, G+ e compagnia bella hanno solo dato la parola a legioni di imbecilli (visto che poc’anzi si parlava di eco…).

imbecille-imbecillita-uomo col maglione

Imbecilli che definiscono gli altri dei perfetti imbecilli, non curanti di essere imbecilli loro stessi. E’ un cane che si morde la coda. Un cane particolarmente imbecille.
E’ l’entropia dell’imbecillità.

Il dubbio

“E come puoi essere sicuro, tu, di non essere uno di questi imbecilli?” potrebbe domandare il primo imbecille di passaggio su questo blog (se solo non fosse così imbecille).
Be’, la risposta a mio avviso è semplice: non è possibile essere sicuri di nulla. A meno di non essere imbecilli. Allora, in quel caso, si è sicuri di tutto.
Essere sicuri di qualcosa è il primo sintomo dell’imbecillità.
Gli imbecilli l'imbecillita
In compenso c’è chi usa l’ironia, e l’ironia, come sapevano bene gli antichi, è l’antidoto a ogni male intellettivo.
Fate una prova, cercate un vero imbecille e fate una battuta ironica che punzecchi il suo modo di vedere il mondo.
Avrete un nemico spietato alle calcagna per tutta la vita!

L’imbecille sa

L’imbecille conosce i meccanismi distorti della finanza internazionale. Le dinamiche segrete della geopolitica. I rituali occulti delle confraternite più misteriose. Sa come si governa un Paese. Come si costruiscono i ponti, i palazzi, le città, i set cinematografici per simulare l’allunaggio. L’imbecille sa tutto. Sa chi ha ucciso Kennedy. Sa chi c’è dietro l’11 settembre. Sa cos’è accaduto realmente ai ragazzi del club dei 27.
L’imbecille sa, perché l’imbecille è.
E colui che è, è semplicemente dio.
L’imbecille è dio. E l’imbecillità, ovviamente, è una fede.
Questo in sintesi è il teorema dell’imbecille.
Non so voi, ma io, purtroppo, non ho il dono della fede.

PS – Al di là di tutto, un dubbio rimane: ma le vegane ingoiano?

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK. Puoi TROVARLA QUI


Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: