Ecco gli errori per i quali il tuo gattino puccioso vuole ucciderti

Il tuo gattino puccioso ti odia e con ogni probabilità sta cercando di ucciderti

Ma quanto è bello avere in giro per casa un gattino puccioso? Una batuffolosa palla di pelo che nasconde un’anima da testa di cazzo pronta alla guerriglia sempre e comunque. Be’, i felini sono così, si sa. Gatti pucciosi e non pucciosi sono tutti una gran manica di balordi. Molti gattari come me sanno che, ovviamente generalizzando, in privato questi pucciosi bastardi sanno farti moine e grattini al pari della peggio peripatetica di paese. Ma poi, in altre circostanze, sanno essere delle vere e proprie merde viventi e fare dei danni che, se li avesse fatti il cane, l’avremmo dato immediatamente e giustamente in affido al vicino di casa coreano dalla cui cucina provengono sempre odori strani. Ma il gatto è puccioso. Il gatto è ipnotico. Il gatto ti domina. Lui spacca il tuo bicchiere carico del miglior rum Zacapa X.O. invecchiato 25 anni che stavi desiderando da ore? La casa ha l’odore di una distilleria illegale del Guatemala? Ti sei anche scorticato una mano raccogliendo i vetri? E tu niente. Muto! Be’, ad ogni modo a lui di tutto questo non frega un cazzo. Ti guarda, si gira, ti mostra il culo e se ne va. Gattino puccioso di merda!!
E allora ti parte la prima bestemmia, ok. Ma è chiaro che a lui neanche di questo frega niente. Però poi, quando ti siedi cercando di calmarti, lui ti raggiunge sul divano e inizia a impastarti la panza con le zampette. E tu abbocchi. Inizi ad accarezzarlo. Ti fa le fusa. Lo perdoni. Credi che ti voglia bene, vero? Ma è lì che ti frega. Lui ti odia. Vuole ucciderti. E a ben vedere, con ogni probabilità, ha ragione lui.
Gattino puccioso vuole ucciderti
Aiuta il blog, acquista su Amazon giochi e accessori per il tuo gattino psicotico

Le tre cose che fai ogni giorno e che fanno incazzare il tuo piccolo gatto psicotico

1. Quando vai al bagno chiudi la porta, vero? Questo per un qualsiasi gatto è ritenuto un affronto inaccettabile. Un chiaro segnale che ce l’hai con lui. Perché la chiudi? Che bisogno hai di farlo? Stai forse tramando alle sue spalle un piano segreto per sbarazzarti del suo vecchio tiragraffi? Questa è una mancanza di rispetto bella e buona che deve essere vendicata con il sangue.

2. Al mattino non ti alzi quando dice lui. E questa ai suoi occhi non è certo una cosa normale. Ti ostini a restare fermo e immobile sotto le coperte mentre lui, povero, sta praticamente morendo di fame (e te lo urla miagolando in modo chiaro e preciso, lo sai, lo senti). E mentre lui deperisce tu che fai? Continui a dormire. No, tu non sei un suddito all’altezza. Vigliacco. Morsi, testate e zampate in faccia sono appena quello che ti meriti. E questo solo perché lui non sa usare la frusta. Muori, inutile umano!

3. Esci e lo lasci da solo. Quante volte è capitato? Lo lasci da solo o con persone che non sono in grado di comprenderlo. O peggio ancora, che dio ti perdoni, col cane! Ma ci sei o ci fai? Cioè, agli occhi del tuo gatto tu sei chiaramente un disturbato mentale. Abbandonarlo da solo con quella marmaglia? Ma lo hai visto il cane? Quello è un abete con l’alitosi!! Ma io gatto come minimo ti piscio nell’armadio, ti scuoio il divano con le unghie e ti butto giù il posacenere di cristallo della bis nonna.
Facciamo i conti quando torni, bestia di un umano!

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: