Gli amici del bar. Ecco gli otto personaggi tipo

Gli amici del bar sono sempre loro. Sanno chi sono, non c’è bisogno di menzionarli. Tanto alla fine siamo tutti un unico grande agglomerato di disagio sociale che cerca conforto nell’alcol, giusto? Gli amici del bar, quelli che frequento io, in linea di massima sono tutti degli ubriaconi sessodipendenti, privi di ogni motivazione, tendenzialmente depressi ma, almeno di sera, preda di una strana euforia demoniaca che li rende quasi allegri. Chiaramente molti di loro cercano la gioia di vivere nei paradisi artificiali delle sostanze psicotrope. Insomma, io gli amici del bar li sento molto affini.
gli amici del bar obama ubriaco birra

Gli amici del bar. Otto prototipi che incontro ogni sera prima di ubriacarmi

1. Il barista musicista

Lui faceva musica, o forse la fa ancora. Non importa che tipo di musica: rock, punk, metal, rap, neomelodica napoletana. Lui è un artista. Ed è lì per spiegarti quanto facciano cacare gli altri generi musicali, quanto spacchi quel dato artista che lui di solito saccheggia nei suoi pezzi, e quanto è figo il nuovo pezzo che ha scritto.
“Sì, ma me la dai sta birra?”
“E non ti ho ancora raccontato della tournée che stiamo preparando. Guarda, è una cosa fichissima. Pensa che…”

2. Il brillante

Lui ti parla della sua villa al mare e dello chalet in montagna. Delle serate alcoliche a Cuba e delle scorribande notturne a Londra e a Berlino. Sta programmando vacanze in Australia e in Giappone. Però domani starà a casa tutto il giorno, per rilassarsi un po’ nella sua piscina, sennò che l’ha fatta costruire a fare?
Poi, va be’, ti scrocca la birra e le sigarette.

3. La gatta morta

Tra tutti gli amici del bar è la mia preferita. L’obiettivo principale delle sue serate alcoliche è farla annusare un po’ a tutti gli uomini presenti. Nessuno escluso, sennò pare brutto. La verità è che è molto insicura e ha bisogno di continue conferme. E poi è solo un’annusatina, che sarà mai?
Ma poi la confusione, gli ormoni a palla, l’alcol in eccesso, la lingua nell’orecchio, sul collo, le mani sul culo. Insomma, le cose sfuggono di mano senza neppure accorgersene, vi pare?
In fin dei conti nel locale la amano tutti. Anche più volte al giorno. Anche contemporaneamente.
E comunque tutti le vogliono bene. Tutti, tranne una…

4. La rivale della gatta morta

Avete presente il detto: “Dentro a ogni gatta morta c’è una zoccola viva”? Ecco, lo ha inventato lei, la nemica della gatta morta.
Di solito la gatta morta si è portata nel bagno del locale quasi tutti i suoi ex ragazzi (ovviamente mentre stavano con lei). Dati alla mano, la nemica della gatta morta scopa molto di meno (e molto peggio) della sua rivale. Ma proprio tanto di meno (e tanto peggio). Forse è per questo che la odia così tanto…

5. La solitaria alcolizzata

E’ tendenzialmente misantropa, ma non completamente. Vorrebbe essere socievole, spigliata, allegra, ma proprio non ce la fa. Le va tutto storto. E’ infelice. E quando beve troppo, piange. Parlare con lei dà sempre un certo senso di benessere e vitalità.

6. Quello che non regge l’alcol

Il più delle volte inizia la serata molto bene. Qualche brindisi, qualche battuta, poi l’entusiasmo va alle stelle. Balla, suda, si toglie la camicia, molesta tutte e tutti. E poi finisce la serata a vomitare nel parcheggio. Ah, alle volte si addormenta vomitando.

7. L’allegro buontempone

Lui è un bravo ragazzo dalla faccia pulita ma dall’animo lurido. Piglia tutti per il culo, e tutti fingono di tollerarlo ma in realtà lo odiano. Quando l’alcol sale troppo, il rischio “rissa con bottiglie spaccate” sfiora il livello Allarme rosso.

8. Il cameriere distratto

Tu dici “rum” e lui capisce “tequila bum bum”. Tu dici “birra dell’Orso” e lui capisce “caffè d’orzo”. Tu dici “whisky e coca” e lui fa un paio di telefonate a due suoi amici colombiani e poi ti dice sorridendo: “Per quella cosa dieci minuti e risolviamo, capito?”
” ‘Quella cosa’ cosa?”
Il cameriere distratto può trasformare la tua piacevole serata alcolica, in una rissa col machete, così, semplicemente schioccando le dita.

E voi conoscete qualche altro prototipo di amici da bar? Se vi va, raccontatemelo nei commenti o sui social.

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: