Come evocare Satana, spiriti, demoni maligni, parenti defunti e il servizio assistenza Tre

Oggi, visti i miei enormi poteri di negromanzia, cartomanzia e oroscopomanzia, vedremo insieme alcuni metodi sicuri per evocare Satana, spiriti, demoni maligni e magari parlare con i morti. Congiungerci con i parenti defunti è importante per molte ragioni. Una su tutte: capire dove cazzo hanno lasciato i soldi della pensione che nascondevano da anni sotto il materasso. E che diavolo. Possibile che il vecchiaccio li abbia spesi tutti per rimorchiare la badante dell’Est. Possibile che non ci abbia lasciato nulla da sputtanarci in alcol e prostitute? Bisogna saperlo, è fondamentale. E per saperlo bisogna chiedere direttamente a lui.

Ora, visto che in genere le persone che credono a queste cose sono ignoranti come una zappa, specifico subito che negromanzia non è un insulto razzista. Non è una roba tipo: “Sporco negromante!”, tutt’altro, questo blog è aperto, comprensivo, tollerante e accogliente. Quando parliamo di negromanzia parliamo di psicomanzia capito? No? Dio santo, ci avrei giurato.
Il negromante è colui che disquisisce amabilmente con spiriti, demoni, anime dei defunti, fatine, folletti e il servizio assistenza della Tre. Insomma, con tutte quelle cose che non esistono. Chiaro?

Ovviamente, avendo io fondato una nuova religione, con tanto di 10 comandamenti ecc, ed essendo quindi una divinità regolarmente iscritta all’albo (va be’, sono un po’ in ritardo con la quota annuale, ma al più presto rimedio), posso parlare con tutta questa marmaglia di spiritelli quando voglio e senza problemi. Se volete che parli io con loro a nome vostro vi faccio un preventivo senza impegno. Se invece siete dei fanatici miscredenti, e mi contattate solo per sfottere, be’, con voi non ci parlo, pussate via, sennò vi faccio una macumba, ‘n incantesimo o comunque quelle cose brutte di magia nera che fanno le divinità incazzate, capito?

Ma ritorniamo a noi. Se volete occuparvi direttamente voi del colloquio col caro estinto, vediamo insieme in che modo è possibile evocarlo. Tenete presente che volendo posso anche mettervi in contatto con Satana o con le altre entità eteree (fantasmini, fantasmelli ecc), non fate complimenti, eh.
Comunque sia, procediamo per ordine…

Evocare Satana, spiriti e defunti

Metodi semplici e sicuri per evocare Satana, spiriti, demoni e parenti defunti

Evocare Satana non è la stessa cosa che invocare Satana, questo lo sapete, sì? Invocare divinità, Madonne, Gesucristi ecc, è una cosa che si può fare anche nel traffico, mentre si guida, e richiede procedure molto rapide. Di solito basta una semplice esclamazione. Cose tipo: “Dio cane!” è già sufficiente.
Per evocare uno spirito, un demonio o un parente defunto, invece, servono riti magici, robe sataniche, sedute spiritiche e cose del genere.
Oggi, dunque, ci concentriamo sui metodi sicuri di evocazione degli spiriti malvagi (ma anche Benigni). Ecco alcuni modi per procedere con consapevolezza.

La seduta spiritica

Un metodo efficace, utilizzato più che altro per evocare gli spiriti, i demoni e le anime in pena, è la seduta spiritica. Trovate tre o quattro esauriti come voi, mettetevi seduti intorno a un tavolo e con le mani formate un cerchio.
Fatto questo, per evocare Satana o chi per lui fate una voce gutturale e chiamatelo in aramaico antico.
Ovviamente, se il richiamo non funziona, iscrivetevi a un corso di aramaico antico e perfezionate la vostra pronuncia.

La tavola Oujia

La tavola Oujia è una strumento facile, comodo e pratico per evocare Satana, o comunque il vostro spirito maligno preferito. Avete presente quella tavolozza con le lettere, i numeri e i simboletti strani (che si può anche fare in casa volendo)? Voi invocate lo spiritello, gli fate le domande e, muovendo a caso le vostre mani sulla tavolozza, lui vi risponde.
“Ciao spiritello, come stai?”
“F-O-T-T-I-T-I, M-O-R-T-A-L-E D-E-M-M-E-R-D-A”.
Attenzione, non tutti gli spiritelli sono socievoli.

La mezzanotte

Per evocare satana bisogna aspettare la mezzanotte. Le 00:00 in punto, mi raccomando. Poi bisogna recarsi davanti a uno specchio, accendere tre candele. Fare un enorme respiro e pronunciare per tre volte, con intensità crescente, le parole “Aiccom” e “Ociredef”.
“Aiccom Ociredef. Aiccom Ociredef!! AICCOM OCIREDEF!!!”
Un istante dopo, alle vostre spalle apparirà Lucifero in persona con un libro di Moccia in mano. Oppure vi apparirà Moccia, con in mano un libro di Lucifero.

Federico Moccia

Con questo è tutto.
Ora anche voi sapete come evocare Satana. Tenete presente che è pur sempre il Principe delle tenebre, quindi comportatevi da signori. Fatelo accomodare in salotto, offritegli da bere e preparate qualche simpatica frase per fare bella figura, rompere il ghiaccio, conversare e intrattenerlo dopo l’apparizione.

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK. Puoi TROVARLA QUI


10 CommentiLascia un commento

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: