Il Papa attacca: “Fighe di legno cancro dell’umanità”

Bergoglio festeggia i suoi 79 anni con un’intervista radio

Non usa mezzi termini papa Francesco, intervenuto stamani all’interno del programma radiofonico La Zanzara, in onda per l’occasione su Radio Vaticana e Radio Maria, invece che su Radio24, ma condotto come sempre da Giuseppe Cruciani. L’occasione è il festeggiamento dei suoi 79 anni e alle domande di Cruciani, Francesco ha risposto con tono pacato e rassicurante ma al tempo stesso, come al suo solito, deciso. Bergoglio ha inizialmente parlato della fede, della famiglia, dell’uso dei contraccettivi e in particolare del profilattico. Poi, in maniera del tutto naturale, il discorso si è spostato sulla movida romana e successivamente sulla gnocca.

Papa Francesco in radio

SEGUIMI SU FACEBOOK

“Roma ha tanti bei locali dove divertirsi” ha dichiarato il Papa “ma le fighe di legno che trovi in alcuni posti sono il male assoluto dell’umanità, lasciatemelo dire. Una delle piaghe di Dio. Neanche col preservativo le convinci. Non c’è nulla di peggio che passare l’intera serata a sbronzarti con qualcuno e poi non ti scopi. Mi sa che queste persone vogliono arrivare ancora vergini al matrimonio, Dio santo. Stiamo al Medioevo“.

Parole sentite quelle di Francesco, che hanno trovato d’accordo la quasi totalità dei fedeli uomini intervenuti telefonicamente in diretta, per congratularsi e manifestare il proprio entusiasmo per la coraggiosa affermazione.

“Non crede che questa sia una frase vagamente maschilista?” ha domandato Cruciani, con il tatto, l’eleganza e la sensibilità umana che lo contraddistinguono da sempre.

“Non è una questione di sesso, le fighe di legno sono donne, ma possono essere anche uomini” ha risposto papa Francesco, “in ogni caso: sti cazzi!” ha chiuso lapidario.

Bergoglio ha poi rivolto un pensiero ai tanti giovani disoccupati che vivono nel nostro Paese: “Se non potete permettervi di andare a bere nei locali, comprate il rum al discount e mischiatelo con la Coca cola, che tanto una volta annacquati sti rum sembrano tutti uguali. C’è tanta gente al mondo che si ubriaca così. Dio non vi giudicherà per questo”.

Infine, congedandosi, Francesco ha ricordato che domani sarà istituita la porta santa al Muccassassina.

LEGGI ANCHE: TUTTO PRONTO PER LA MARCIA DELL’ORGOGLIO ANALFABETA. IGNORANTI IN PIAZZA PER L’ANALFABET PRIDE

Oppure leggi un altro articolo tra quelli selezionati qui in basso

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK. Puoi TROVARLA QUI


Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: