Dio cane, dio porco e altre divinità che sembrano bestemmie creative

Dio cane, dio porco, dio ramarro, e ancora dio delfino, dio ornitorinco e dio piccione viaggiatore. Sono da considerarsi bestemmie creative, imprecazioni originali, locuzioni strampalate? Celano un qualche grado offensivo verso il sentimento religioso? Alla fine potrebbero anche riferirsi ad antiche divinità animali appartenenti a popoli oramai scomparsi e giunte fino a noi dopo aver attraversato i millenni, no? Il dio Porco. Il dio Cane. Se uno adora il dio Ramarro sarà padrone di rivolgersi a lui, pregarlo, pronunciare il suo nome, senza per questo rischiare di commettere un illecito amministrativo punito dal codice penale?

Roba blasfema, dite? E perché mai blasfema? Cos’è la blasfemia? Cosa c’è di blasfemo in un semplice animale? Dov’è la bestemmia (fantasiosa)? Io non credo ci si trovi davanti a bestemmie. Non ci sono le condizioni per definirle tali. A me tutta questa storia del reato di bestemmia sembra un po’ una supercazzola prematurata, o no?

Perché ricollegare un qualsivoglia dio a un qualsivoglia animale dovrebbe essere considerato lesivo per la sensibilità religiosa altrui? Non si tratta né di invettive né di parole oltraggiose. Cioè, il cane è simpatico. E anche il maiale lo è. Se qualcuno dà a tutto questo un’accezione negativa è un suo problema. E’ semplicemente intolleranza. Un maialino non ha forse un cuore anche lui, oltre che uno stinco, delle costolette e delle braciole? Perché mai una presunta divinità dovrebbe ritenersi offesa da queste locuzioni?

bestemmie creative buddha grasso che ride

Porco dio e porco allah sono forse ingiurie? Denigrano? Insultano? Io non credo. Posso capire porco Buddha, che magari lui è sovrappeso, ha i suoi problemi di salute. Magari si sente paragonato nella massa fisica e allora potrebbe prendersela a male.
“Porco Buddha!”
“Dici che so’ ingrassato, eh? E me sa che c’hai ragione, me sento gonfio. E’ che non riesco a fare a meno di mangiare, c’ho sempre fame, come devo fare? Maledetto Mc Donald’s! Mi sono un po’ lasciato andare, ultimamente. Mo’ c’ho pure sto problema alle coronarie. Però da domani dieta e palestra, giuro su dio!”

L’obesità è una malattia e non è bello far notare il sovrappeso. Ma tolto Buddha, perché gli altri dei dovrebbero offendersi? Gesù Cristo poi era secco secco.
Ad ogni modo, ritorniamo ai nostri personaggi di fantasia. Quali finte bestemmie creative preferite per far inorridire il fondamentalista religioso con cui chiacchierate?

Cioè, fate finta di ritrovarvi in una combriccola di fanatici jihadisti, com’è accaduto a me poco tempo fa, quando mi sono arruolato per sbaglio nell’Isis. Quale simpatica pseudo imprecazione sui generis (non sapete il significato di sui generis, eh? Maledetti analfabeti!) usereste per creare ilarità tra i vostri commilitoni e rafforzare così il senso d’appartenenza reciproco, come si faceva durante il servizio di leva?
Per rispondere a questa domanda, vi propongo il mio mini elenco di porco dio e porco cane. Un piccolo spunto per le vostre finte bestemmie creative che vi permetteranno di trascorrere una simpatica domenica di socialità tra i banchi della chiesa.

Pseudo bestemmie creative da usare per fare bella figura in società

La fantasia non conosce limiti e le pseudo bestemmie creative sono in grado di arricchire il nostro pensiero di grandi suggestioni immaginifiche. Perché dio è porco? Perché dio è cane? Abbaia, forse? Grugnisce?
E poi che senso hanno frasi come “puttana vergine Maria?” Cioè, al di là che non credo si guadagni bene con questa attività domestica, ma “puttana vergine” a me sembra quasi un ossimoro, o no? I clienti hanno delle pretese per questo tipo di servizi.
Dio esiste? Chi è? Com’è nato?
E’ permaloso? E’ intollerante? Odia tutta la gente che lo nomina invano o ce l’ha solo con me in particolare?
Sono questi i grandi interrogativi esistenzialisti che si nascondono dietro agli infiniti misteri della fede. Ma cerchiamo di indagare più a fondo l’universo delle bestemmie-non-bestemmie che tanta soddisfazione possono darci se urlate in piazza davanti alla moschea.

Dio cane bastardo

dio cane-cucciolo-bestemmie creative
Sì, ok, dio cane. Ma che tipo di cane? No, perché se parliamo di un cane di razza, allora abbiamo un dio che frequenta i salotti buoni, un radical chic che vota Pd e ha il poster di Che Guevara appeso alla parete dello yoath. O in alternativa abbiamo un sorta di Dudù, il barboncino di Berlusconi. Viziato, rumoroso, rompi cazzo. Insomma, “dio cane di razza” non è certo un’affermazione simpatica. Ma se parliamo di un bastardino l’immaginario cambia. “Dio cane bastardo” è una falsa imprecazione poiché ci racconta di un dio del popolo, degli ultimi. Un dio meticcio, multiculturale, senza padri né padroni. Un dio che vive la strada, incontra la gente. Insomma, a ben vedere, dio cane bastardo è più un complimento che altro, no? Perché offendersi, allora?

Dio porco biologico

porco dio-maialino
Anche in questo caso c’è porco e porco. Dio porco biologico, se permettete, è tutta un’altra cosa rispetto a un banale, seppur innocuo, porco dio (o dio porco, che dir si voglia)! Cioè, voglio dire, che gli diamo da mangiare a sto porco (oltre all’8 per 1000, intendo)? Perché se mangia le zozzerie piene di ormoni che si trovano in giro, allora è uno schifo sì. Ma se il maiale è ben tenuto, rispettato, e sopratutto nutrito in modo sano, be’, direi che “dio porco biologico” ha tutto un altro significato, no? Nel complesso, anche questa finta bestemmia creativa è da considerarsi invece una cosa positiva. Una virtù. Un complimento.

Ps, per i musulmani: C’avete ragione voi, è vero che la carne del maiale è impura. Il segreto per purificarla sta nel farla cuocere. Non è difficile, è sufficiente un fuoco. E’ chiaro che se lo mangiate mezzo crudo v’intossicate, ma una volta cotto è tutto a posto. Mo’, non so come lo cucinavate voi in passato, quando ancora lo mangiavate, io qui vi allego una ricetta per lo stinco di maiale al forno, casomai voleste sperimentare.

Orco dio

orco dio-shrek-bestemmie creative
Poi c’è la variante “orco dio”. Potrebbe essere nata come incomprensibile forma di autocensura sul porco. Essendo un personaggio di fantasia, in effetti l’orco è un parallelismo più azzeccato. Ma in sé, anche in questo caso non c’è alcuna offesa. Oramai la figura dell’orco malvagio è stata ampiamente sdoganata da Shrek, dico bene?

Insomma, tutto questo per chiedere, educatamente, una cosa: perché c’è ancora una legge, in Italia, che proibisce le bestemmie? Non trovate sia anacronistica?

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK. Puoi TROVARLA QUI


Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: