Ecco come chiudere una relazione quando l’amore è finito

L’amore è finito? Non l’amate più. Volete chiudere una relazione? Non c’è più sentimento ma non sapete come dirglielo? Ecco alcune scuse senza senso che possono fare al caso vostro. Cinque banalità collaudate per mettere fine a un rapporto di coppia senza trascinarlo per le lunghe fingendo che si tratti di amore eterno. Troncare una relazione non è poi una cosa così complessa come molti credono. Il bello di quando finisce un amore, infatti, è il come. Per chiudere una relazione hai a disposizione un elenco di scuse già preconfezionate da tirare fuori all’occorrenza senza aggiungere altre spiegazioni. Mettere fine a un amore è un gesto creativo. E inoltre sono scuse che vanno già bene così, sono complete, o comunque oramai si dà per assodato che lo siano.

In generale queste scuse sono tutte mirate a chiudere una relazione in tempi stretti, e non è importante che tu sia uomo o donna. Hanno tutte lo stesso significato, esplicito, chiaro, e non serve il genio per capirlo. Il senso è semplice: “Caro amore, ti ho amato tanto, ma mi sono rotto il cazzo. Mi spiace”. Insomma, è l’esatto contrario del classico ti amo. D’altro canto l’amore è così: stronzo e psicopatico. E chiudere una relazione dev’essere un gesto rapido, fulmineo, un taglio netto.

Ovviamente l’etichetta vuole che per lasciarsi, per comunicare questa semplice, quanto genuina verità, si utilizzino oramai da millenni supercazzole incomprensibili. Quindi la situazione è questa: per chiudere una relazione e metter fine a un amore, si inventano delle scuse che possono significare tutto o nulla ma che non lasciano spazio a dubbi. Non ti amo più! Non ti voglio.
Per cui così si fa. E non guardate male me perché non l’ho inventata io sta roba, ok? Sono usanze. Galateo. Diciamo che è tradizione. Ecco qui cinque semplici modi per mettere fine a una rapporto di coppia senza dannarsi l’anima.

amore finito-come chiudere una relazione

Come mettere fine a una relazione senza troppo sbattimento

Le crisi di coppia sono un classico. Ma cosa si fa quando l’amore svanisce? Semplice, ci si lascia. Ecco cinque frasi semplici per un amore finito. Cinque personaggi che pronunciano le cinque scuse standard più famose di sempre, usate per lasciarsi. Scegliete pure quella che fa al caso vostro, quella che rispecchia al meglio la vostra personalità. Ecco come chiudere una relazione senza spezzare il cuore alla persona che è stata così idiota da amarvi.

L’incoerente

Ti lascio perché ti amo troppo
Quanti amore sono finiti con questa frase? Lui vive la coppia come una partita a 7 e mezzo. Ama giocare d’azzardo, punta forte e chiama la carta anche quando potrebbe “star bene” con in mano un buon 5 o un buon 6. E invece no, lui chiama la carta, supera il 7 e mezzo e sballa. Se ti ama più di 7 e mezzo allora si chiama fuori, spiacente.
Ad ogni modo: avete mai pensato che chiami tutte queste carte di proposito?

L’autolesionista

Ti lascio perché non ti merito
Un altro classico per troncare una relazione. Lui è un tipo a cui piace soffrire. E’ fatto così, non può farci nulla. Tra di voi va tutto bene, siete felici, vi amate, vi divertite, tutto va a gonfie vele. E allora lui vi lascia. E voi lì a farvi mille domande. Forse non sa gestire la felicità? Forse ha paura di legarsi troppo? Forse ha avuto un’infanzia difficile? Forse i suoi genitori litigavano spesso? Forse è un masochista e lo fa per soffrire di più? Forse questo? Forse quello?
Forse è un paraculo che si è stancato di voi?

Il sadico

Ti lascio perché ti farei soffrire
Mettere fine a un rapporto di coppia in questo modo è un po’ un’acrobazia, ma funziona. Lui è il contrario dell’autolesionista. Lui vi ama da morire, però sa di essere un sadico pazzo criminale. Dunque, per evitare di trascinarvi in uno scantinato buio e torturarvi per anni, giorno e notte, senza tregua, preferisce lasciarvi. Tutto sommato è un atteggiamento comprensibile, no? Dev’essere sicuramente questa la causa. Non c’è altra spiegazione per il suo atteggiamento.
A meno che non sia solo una scusa…

L’impreparato

Ti lascio perché non sono pronto
La fine di una storia può avvenire anche con questa frase. Lui in genere ha bisogno del preavviso e voi non glielo avete dato. Insomma, la vostra persona gli è piombata addosso così, di punto in bianco, senza nemmeno una telefonata. Non si fa! La prossima volta cercate di avvisare per tempo, se non altro. Non dico amare, ma almeno un minimo di educazione in questo rapporto di coppia non avrebbe certo guastato.

Il complessato

Ti lascio perché meriti di più
Chiudere una relazione in questo modo è da applausi. Diciamolo.
Lui fa il tifo per voi, vi ama e vuole vedervi felice, ma felice davvero. Con la persona giusta, ovviamente, mica con lui. D’altro canto, scusate, insomma, che c’avete mai trovato in lui? L’avete visto? E’ grasso, è basso, è brutto, è stupido, antipatico, triste, povero, arrogante, viziato, e a dirla tutta non ha neanche un buon odore. Lui per fortuna tutte queste cose le sa, e allora si mette da parte da sé. Mica per altro. Insomma, meritate di più, andate a cercare l’anima gemella da un’altra parte e levatevi dalle palle, su.

Come superare la fine di una relazione

Bene, ora che l’amore è finito, potete superare la fine di questa relazione godervi beati la vostra fantastica vita da single, senza troppe preoccupazioni, accoppiandovi in auto con perfette sconosciute o (sconosciuti). Ecco i consigli giusti per rimorchiare, in città, alla fermata dell’autobus o ancora al mare e persino su Facebook. Se invece soffrite di dipendenza affettiva, non riuscite proprio a mettervi il cuore in pace e la dignità per voi è una parola priva di senso, ecco come riconquistare l’ex.

Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK. Puoi TROVARLA QUI


Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: