Bambini pazzi. Cosa pensano quando ci guardano

I bambini sono dei nani maligni capaci solo di pensare a se stessi. Bambini pazzi, piccoli demoni psicotici, si aggirano in ogni dove, sono tra noi, ci circondano, e ci guardano con odio (un odio ricambiato, sia chiaro). Detto questo, ebbene sì, sono stato anch’io un bambino (ho su Facebook qualche compagno delle elementari che può confermarlo, se non ci credete). Un bambino pazzo, per la precisione, come tutti i bambini pazzi che abbiamo attorno oggi.
Ma cosa pensano i bambini pazzi quando ci guardano? Io lo so a cosa pensano. Lo so perché sono stato uno di loro. Lo so perché il mio bambino interiore è tendenzialmente psicotico e metterlo a tacere una volta per tutte, vi assicuro, è cosa dura.
I bambini pazzi pensano, ci guardano e ci giudicano.
Voi da bambini che pensieri avevate? Oltre a quello di molestare a ricreazione le compagnucce di classe, dico. Io di pensieri ne avevo un bel po’. Successivamente ho scoperto che a questi miei pensieri alcuni psichiatri hanno dato un nome ben preciso, ma non è il caso di guardare ai dettagli.
Ecco cosa pensavo quando ero un bambino anch’io. Un bambino pazzo e complottista, come tutti i bambini pazzi e complottisti che si rispettino. Quelli che strillano, piangono e staccano i capelli degli adulti solo per vedere che faccia faranno.
bambini pazzi sesto senso

Bambini pazzi che fanno ragionamenti pazzi. Ecco i miei pensieri d’infanzia

1. Broccoli, cavoli e bietola

Ricordati, Enrico: le cose verdi non sono commestibili neanche se mamma le mette nel piatto. Le cose verdi sono velenose, non sono cibo, fanno schifo, anzi, fanno cacare!
(perché da bambino già conoscevo il potere delle fibre)

2. Il Giappone

I personaggi dei cartoni animati vivono tutti in Giappone. Voglio andare in Giappone e rompere il menisco ad Oliver Hutton, con un tackle da tergo. A gamba tesa.
Lo odio, Oliver Huttun! Quant’è spocchioso? Devo mettere fine alla sua carriera. Maledetto Hutton! Come cazzo si arriva in Giappone?

3. La voce stridula

Questo disegno che ho fatto è veramente una cacata, perché tutti si ostinano a dire che è bello? E perché cazzo mi parlano tutti con questa vocina stridula? Maledetti giganti deformi. Che mi abbiano preso per un coglione? Ne approfittate perché ho solo 4 anni. Ma datemi il tempo di crescere e la pagherete tutti, ottusi mentecatti che non siete altro!
Questo disegno che ho fatto fa veramente cacare.
(strappo il foglio irritato e me ne vado)

4. La vita

La vita è sofferenza. Se esiste la vita è perché esiste la morte. La morte esiste per dare sollievo. La morte è una tregua dal dolore della vita.
La morte è la pace. La pace è equilibrio. L’equilibrio è il nulla. Dopo la vita, dunque, c’è soltanto il nulla.
Ora però mi scappa la cacca.

5. I colori

Mh… dunque questo è il colore rosso? Siamo sicuri? E se ciò che tu chiami rosso io lo vedo verde? Allora chiamerò rosso il verde fino alla fine dei miei giorni. Come posso essere sicuro che il rosso che tu dici essere rosso sia in realtà rosso anche per me? Magari il giallo è per me viola, e il blu è lilla, e il verde è marrone. Non potrò mai essere sicuro di vedere il colore giusto. Lo chiamerò sempre col nome sbagliato?
Dio santo, vogliono farmi impazzire con questi giochini. Non c’è mai nulla di certo! Sono un bimbo, ho bisogno di riferimenti precisi! Fottute scuole elementari!

6. Gli alieni

Dannazione, sono l’ultimo essere umano rimasto e sono circondato da alieni, altrimenti perché io sono io e loro non sono io?
Sono alieni, ne sono certo, si fingono umani ma non lo sono. Con questo misero trucchetto credono di ingannarmi? Illusi!
Sono alieni! Tutti!!
Di sicuro tramano qualcosa alle mie spalle, vogliono incastrarmi. Devo stare attento, molto attento…
Non fidarti di nessuno Enrico, vogliono farti fuori! Vogliono estinguere la razza umana (che poi sei rimasto solo tu, di essere umano). Sì, lo so, vogliono eliminarmi, alieni maledetti!!
(Sì, ok, questo è un pensiero che ho in testa ancora adesso. Io non dimentico, miei cari. Lo so chi siete, lo so cosa volete, vi tengo d’occhio. E non mi avrete mai, luridi invasori provenienti dallo spazio!)

2 CommentiLascia un commento

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: