Ecco le 4 definizioni dell’amore che solo uno psicopatico armato di motosega potrebbe dare

Che cos’è l’amore? Quante volte ce lo siamo chiesti. Cosa sarà mai questa strana energia che genera attrazione, che fa battere il cuore, che contorce le budella, che fa passare notti insonni e che, alle volte, provoca la candida? Solo una semplice reazione chimica? Un intenso sentimento? Un’oscena forma di depravazione emotiva, bonariamente accettata dalla nostra società malata? Può darsi. In fondo sono tutte definizioni valide, ma quella che si avvicina maggiormente al suo significato più pieno, forse, è la definizione data dalla parola “psicosi”.
L’amore è una psicosi.
E dunque, per descriverlo al meglio, cerchiamo di dare qualche definizione di amore che solo uno psicopatico come il coniglio antropomorfo che vive in casa mia potrebbe dare.
amore psicopatico_american psycho

Ecco 4 situazioni che descrivono l’amore dal punto di vista di uno psicopatico. E tu quale psicopatico sei?

1. L’amore silenzioso

“Lo so che non te l’ho mai detto, ma voglio che sia chiaro che io ti amo”.
“…”
“Tu mi ami?”
“…”
“‘Mbe’? Mi ami sì o no?”
“…”
“Ti ho fatto una domanda, dannazione!”
“…”
“MI AMI, Sì O NO?”
“…”
“Ora basta! Rispondi, altrimenti prendo di nuovo la mannaia, e questa volta non sarà un semplice dito a saltar via, chiaro? Mi ami, sì o no?”
“…”
“MI AMI Sì O NO?”
Mh mmmh mmmh”
“Come?”
Mh mmmh mmmh”
“Ah, già, col bavaglio non puoi parlare. Scusa, te lo levo subito. Ecco fatto. Allora: mi ami sì o no?”.

2. L’amore generoso

“Sei la persona a cui tengo di più in assoluto. Farei qualsiasi cosa per renderti felice. Vuoi che uccida qualcuno per te? Non lo so: qualcuno che ti ha fatto soffrire, il tuo datore di lavoro, qualche ex, un bambino bastardo che ti tirava i capelli all’asilo. Ci sarà qualcun da uccidere. Dimmi tu, non fare complimenti, eh? Io lo faccio col cuore. Se tu mi dai il nome io lo rintraccio, lo narcotizzo, lo porto qui a casa e lo torturiamo insieme, se ti va. Come piace a te, eh, dimmi tu, come preferisci…”

3. L’amore sperimentale

“Ti amo e voglio un figlio da te. Mi serve ché devo fare degli esperimenti di biogenetica”.

4. L’amore eterno

“Non piangere, dai. Ti ho promesso che staremo per sempre insieme e così sarà. Ora stai buona e fatti imbalsamare”.

Se voi avete altre “definizioni” da aggiungere, fate pure. Alla fine lo so che se siete lettori di questo blog, tanto bene di testa non ci state neanche voi.

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: