I 10 comandamenti: Io sono il signore dio tuo e mi servono i tuoi soldi

Oggi mi sono alzato con una discreta autostima, così alla fine ho preso una decisione che reputo importante: ho fondato una religione tutta mia e ho scritto i 10 comandamenti. Si tratta di una religione monoteista, ma stavo pensando di includere qua e là alcuni semi-dei o cose così. Ovviamente il Dio supremo, signore padrone, lider maximo dei cieli e delle terre emerse e non emerse non potevo che essere io. Anzi, Io, con la I maiuscola. Sto pensando, inoltre, di strutturare un gemellaggio con la comunità pastafariana, anche perché un Dio italiano notoriamente pastaro potrebbe essere visto da loro, se non proprio come una vera e propria divinità, comunque come una sorta di profeta, anche perché ho nel mio curriculum miracoli importanti, come la sparizione della carbonara (dai piatti altrui), e le stigmate di sugo sulla maglietta, e scusate se è poco. Ovviamente, dal canto mio, mi impegnerei a riconoscere al Prodigioso Spaghetto volante un posto di tutto rispetto nell’Olimpo delle semidivinità del Micelesimo (sì, la mia religione si chiama Micelesimo, in onore del Magnifico Miceli, che poi sarei io. Anzi, Io), lodandolo per grandezza e saggezza, nonché per cottura perfetta.
Ad ogni modo, la giornata di oggi l’ho trascorsa scrivendo i 10 Comandamenti. Ho cercato di usare un linguaggio adatto ai bambini, così che possiate capirli un po’ tutti, che alcuni di voi lo so che sono un po’ duri di capoccia (ma non vi preoccupate, Miceli vi ama lo stesso). Se dopo aver letto i comandamenti vorrete afferire anche voi al Micelesimo non dovrete fare altro che mandare un messaggio di conferma direttamente dal modulo contatti che sta qui con su scritto “Miceli mi ama” (oppure potete mandare un messaggio all’899.24.24 al costo di appena 19,90 euro). Sarete automaticamente iscritti nel registro dei miceliani di primo livello e i primi 100 saranno nominati beati (o santi, o comunque ‘na cosa così, mo’ non lo so quali saranno di preciso i titoli nobiliari di questa nuova, straordinaria religione). Inoltre, vantaggio per voi non di poco conto, le vostre proprietà passeranno immediatamente sotto il mio infinitamente saggio controllo, e saranno dunque amministrate nel modo più giusto, per voi e per la comunità miceliana tutta.
Ad ogni modo, ecco i 10 comandamenti del Micelesimo. 10 regolette adatte anche ai bambini, spiegate in modo semplice e lineare. Perché amare fa stare bene. Un po’ come scorreggiare.

i 10 comandamenti-mosè

“Sono ai tuoi ordini Magnifico Miceli!!”
“Va be’, innanzitutto mi dia del lei!”

Ecco i 10 comandamenti del Micelesimo, la religione più figa di sempre

1. Non avrai altro Dio all’infuori di me, a meno che io non abbia una delle mie solite crisi di misantropia. Allora sbrigatela da solo e lasciami in pace, ché non c’ho voglia di starti appresso.

2. Non pronunciare il mio nome invano, a meno che non mi devi chiamare per qualcosa che può fregarmene più di un cazzo e mezzo. E in ogni caso non chiamarmi se mi devi chiedere soldi, c’è crisi, già di mio arrivo appena a fine mese.

3. Onora tuo zio e tua zia (la storia del padre e della madre sembrava una cosa già sentita, o no?)

4. Ricordati di santificare le feste con una sbronza come si deve. Se poi a fine serata t’infratti con una o con uno in un parcheggio, tanto meglio.

5. Se uccidi una cosa poi devi mangiarla, quindi regolati di conseguenza (questa m’è venuta così, mi sembrava divertente come concetto e quindi l’ho messa. Pensa se c’hai gli scarafaggi a casa e inizi a schiacciarli. Lo so, sono un dio burlone).

6. Al ristorante ognuno paga il suo senza che fate cose strane, che poi finisce sempre che quello che ha preso di meno paga più degli altri e non è giusto.

7. Le cose di sesso, adulterio, atti impuri, gang bang, boh, vedetevele tra di voi, che se vi devo organizzare pure ste cose mi venite su un attimo rincoglioniti. Poi se mi mandate un filmino in segno di devozione mi fate cosa gradita.

8. Una sana alimentazione si basa sui carboidrati, però anche le verdure sono importanti. Comunque mangiate quello che vi pare purché ci sia alcol da bere.

9. Se un fondamentalista dell’Isis vi ordina di rinnegare il vostro dio in favore di Allah, voi ditegli di sì, tranquilli, mentite, rinnegate, pregate in arabo, fate quello che vi sembra meglio per pararvi il culo, non mi offendo.

10. Nell’urna elettorale non preoccupatevi, io non vi guardo.

Ditemi voi se non sono i 10 comandamenti più semplici che abbiate mai letto…

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: